da “L’autobus di Rosa”

“Quel giorno la storia mi passò a fianco ed era un autobus, mi sfiorò e io non seppi salirvi. Di più vidi Rosa che ci saliva e cercai di dissuaderla.
Pensavo fosse matta, e invece i matti eravamo noi, abituati ad abbassare la testa e a dire sempre di sì.
Per questo ti ho portato qui oggi, per ricordarti che c’è sempre un autobus che passa nella vita di ognuno di noi.
Io ho perso l’autobus tanti anni fa. Tu tieni gli occhi aperti: non perdere il tuo”.

(L’autobus di Rosa di Fabrizio Silei – Illustrazioni di Maurizio A. C. Quarello – Orecchio Acerbo Edizioni Roma 2011)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *